“Sfinci di San Martino” ovvero frittelle dal cuore morbido

“Sfinci di San Martino” ovvero frittelle dal cuore morbido

Le sfinci di San Martino, sono delle deliziose frittelle dal cuore morbido tipiche della tradizione culinaria siciliana

In Sicilia è usanza prepararle l’undici di novembre, per la festa di San Martino, ma sono state “esportate” con qualche variante nella farcitura (aperte in due e farcite con ricotta) anche il 19 Marzo per la festa San Giuseppe. E’ un dolce gradito da tutti i palati, quindi adatto a qualsiasi evento e al contempo semplice nella preparazione.

Noi al solito proponiamo la ricetta personalizzata della nostra chef “zia Pina”, molto delicata e morbida.

Ingredienti:

1 kg di farina di semola
450 grammi di patate
25 grammi di lievito di birra
1 litro di olio di semi per la frittura (arachidi o girasole)
zucchero q.b.
Miele q.b.
cannella in polvere q.b.
acqua q.b.

PREPARAZIONE

  1.  Setacciate la farina e metterla in una ciotola ;
  2.  lessare e schiacciare le 450 gr di patate con l’apposito utensile;
  3. aggiungete le patate schiacciate alla farina e mescolate con le mani;
  4. ora al composto aggiungiamo il lievito di birra sciolto in poca acqua tiepida con un cucchiaino di zucchero (serve per migliorare la lievitazione) e mescoliamo nuovamente;
  5. aggiungere acqua tiepida poco per volta, in modo da ottenere un impasto molto morbido e senza grumi;
  6. lasciate riposare l’impasto coperto da un canovaccio per 1 ora circa ;
  7. quando l’impasto sarà quasi raddoppiato di volume siamo pronti per friggere ;
  8. versate l’olio di semi scelto in una casseruola a bordi molto alti: le sfince devono galleggiare dentro l’olio durante la frittura;
  9. quando l’olio sarà ben caldo, prendete con un cucchiaio l’impasto e fatelo scivolare nell’olio caldo;
  10. quando le palline saranno dorate, tiratele fuori dall’olio con una pinza e fatele raffreddare;
  11. ora prendete le sfince e passatele nello zucchero miscelato alla cannella, posizionatele in un vassoio e versateci sopra il miele nella quantità che riterrete di vostro gradimento.

Come al solito… Buon appetito!

Visite: 1035

Redazione

Pubblicato da Redazione

La Redazione di Fatti&Avvenimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.