La Paella Valenciana

paellaLa paella è una tipica ricetta spagnola di cui ne è il simbolo. Anche se la paella si può mangiare in tutta la Spagna, la paella è un piatto tipico della zona di Valencia.

Il nome “paella valenciana” deriva dal tegame basso e largo con i manici, appunto una “padella” nella quale viene cotta e dalla zona di provenienza.

Gli ingredienti della ricetta, come in tutti i piatti poveri caserecci, contemplano un po di tutto. La paella può essere di verdure, di carne, di pesce oppure mista, quest’ultima  è quella che nel tempo si è maggiormente radicata essendo la più gustosa e particolare.

Preparare la paella non presenta grandi difficoltà, è più facile di quanto non si immagini, ha solo bisogno di tempo e pazienza a causa delle diverse cotture degli ingredienti.

Vediamo allora cosa occorre e come preparala.

Ingredienti per 4 persone:

300 gr di riso

100 gr di salsiccia

3 grossi pezzi di pollo misti

100 gr di maiale

300 gr di cozze

2 calamari

300 gr di gamberi

4 scampi

150 gr di piselli

2 peperoni

100 ml di vino bianco

500 ml di brodo

1 cipolla

1 spicchio d’aglio

1 cucchiaino di paprika

1 bustina di zafferano

Procedimento:

Sbollentare i piselli per 5 minuti e tenerli da parte. Far arrostire i peperoni su una griglia quindi

spellarli, tagliarli a listarelle e metteteli da parte.

In una grossa padella far appassire la cipolla tritata in qualche cucchiaio di olio extravergine d’oliva.

Aggiungere i pezzi di pollo e farli rosolare una decina di minuti sfumando a metà cottura con la

metà del vino bianco. Quindi togliere i pezzi di pollo ridurli a pezzettini e tenerli da parte.

Nella stessa padella in cui avete cotto in precedenza il pollo, aggiungere la salsiccia sbriciolata , il

maiale tagliato a pezzetti e la paprika e far cuocere per 5 minuti sfumando le carni con il resto del

vino, quindi aggiungete il pollo cotto precedentemente.

Aggiungere i piselli e i peperoni, mescolare il tutto, aggiustate di sale e terminare la cottura. Nel frattempo pulire i calamari e sgusciare i gamberi.

Iniziamo ora a far cuocere le cozze in padella con un coperchio finchè non si aprano le valve. In una padella a parte far soffriggere uno spicchio d’aglio nell’olio, sollevarlo e aggiungere i calamari tagliati ad anelli. Aggiungere i gamberi e gli scampi , aggiustate di sale e far cuocere gamberi e calamari per un paio di minuti. Ora potete aggiungere le cozze. Preparare del brodo e disciogliere all’interno una bustina di zafferano.

Finalmente siete pronti ad assemblare la paella valenciana.

In una paellera (potete utilizzare una grossa padella, ma rigorosamente di alluminio pesante) versare le carni con le verdure e il pesce con i loro sughi di cottura e mescolare il tutto.

Aggiungere il riso e coprire a filo con il brodo bollente in cui avete disciolto lo zafferano.

Fate cuocere a fuoco lento girando continuamente ed aggiungendo il brodo di tanto in tanto per agevolare la cottura, assaggiate finché non riterrete il riso cotto a vostro gradimento (normalmente bastano circa 20 minuti).

Servite la paella valenciana in tavola direttamente nella padella e posizionate le cozze e gli scampi sopra il riso a fare da guarnizione  e………….. BUON APPETITO!

Precedente Regia trazzera M5S: dopo i Carabinieri, ora indaga la prefettura: di chi è la strada? Successivo Perù, decapitata in diretta tv dall'elicottero del premier - Video integrale