Renzi e la “bufala” degli 800mila posti di lavoro

Renzi e la “bufala” degli 800mila posti di lavoro

Da un paio di giorni il premier italiano con la complicità dei media asserviti, ripete all’infinito che il suo governo con il “Jobs Act” ha creato ottocentomila nuovi posti di lavoro.

Lezzi---renzi
Barbara Lezzi, sbugiarda Renzi

Una “bufala” di dimensioni cosmiche, la verità con cifre e numeri spiegati nei dettagli è contenuta nelle dichiarazioni rese nel video di Barbara Lezzi che potete visionare in basso. La senatrice ci spiega, che secondo i dati Istat, quindi dati ufficiali governativi, ci sono stato circa 135mila nuovi posti di lavoro a tute le crescenti (quelli che nei fatti non tutelano nessuno) e 112mila posti di lavoro a tempo determinato, ma contemporaneamente ci sono stati ben 138mila posti di lavoro autonomo in meno.

Quindi se la matematici non è un opinione, facendo un semplice calcolo di addizione sottrazione, i veri nuovi posti di lavoro sono soltanto 109mila.

Qualcuno dirà che sono meglio che niente e non gli si potrebbe dare torto se non si facesse un confronto con quanto sono costati alle casse dello stato questi posti: ben 12miliardi di euro. Una cifra enorme, che Renzi tiene – o cerca di tenere – accuratamente nascosta.

Nei fatti, si sono dilapidati 12miliardi per trasformare contratti di lavoro a tempo determinato e di apprendistato, in contratti a “tutele crescenti”. Con cotanti soldi, si sarebbero potuti creare dei “veri” nuovi posti di lavoro ed invece di è preferito far fare cassa, con il risparmio sulle contribuzioni, ai vari Marchionne e Marcegaglia. Si sarebbe potuto istituire il “reddito di cittadinanza” e con esso fare ripartire i consumi, quindi l’economia e l’Italia.

Qui il video di Barbara Lezzi

Barbara Lezzi, poi affonda il colpo con i dati sul Pil su cui noi avevamo già fatto un articolo preciso ed esaustivo, qui il link.

Ma Renzi si sa, il suo posto di premier non “votato da nessuno”, lo deve a lobby e banche ed ad esse deve rispondere e ricambiare.

Visite: 106

Debora Ranzetti

Pubblicato da Debora Ranzetti

Debora Ranzetti, romana, avvocato ma blogger per passione. Non ha partiti ne tessere, amante delle battaglie impossibili, il cui motto è: “non mi piego, ma a spezzarmi non ci penso nemmeno”. Scrive quello che pensa, senza filtri, ma sempre nel rispetto delle regole. Animalista, ambientalista, inquieta e sempre di corsa, ma pronta a fermarsi se qualcuno è in difficoltà.