Ossa di Morto (Scardellini) – Ricetta siciliana della festa dei defunti

Ossa di Morto (Scardellini) – Ricetta siciliana della festa dei defunti

Le Ossa di Morto, chiamati anche Scardellini, sono dei dolcetti classici Siciliani che si preparano nel periodo della commemorazione dei defunti

In Sicilia si usa acquistarli insieme ai taralli e alla frutta martorana – tutto in un vassoio – e darli in dono ai bambini il primo di novembre. Sono dolci dal doppio “carattere”, la parte bianca è tenera e friabile, mentre la scura, dura da rosicchiare.

La preparazione non è complicata e richiede poco tempo per la lavorazione vera e propria, ma un’attesa lunghissima prima di infornarli. Difficoltà media.

 

Ingredienti:

300 gr di farina 00
300 gr di zucchero semolato
6 gr di chiodi di garofano in polvere
1/2 cucchiaino di cannella in polvere
75ml di acqua

 

PREPARAZIONE

  1. Riscaldate l’acqua con lo zucchero mescolando di continuo, fino ad ottenere uno sciroppo, ma NON fatelo bollire;
  2. in una ciotola mettete la farina, la cannella e i chiodi di garofano in polvere, poi versate a filo lo sciroppo precedentemente ottenuto ed impastate;
  3. prendete la pasta ottenuta e rimettetela sul fuoco per qualche secondo mescolando in continuazione con un cucchiaio di legno, finché non avrà la consistenza di una pasta morbida;
  4. lavorate l’impasto ottenuto su un ripiano infarinato, formando dei salsicciotti, poi tagliateli a tronchetti di 3-4 centimetri;
  5. posizionate i tronchetti in una teglia foderata con della carta forno, ma distanti tra loro, in cottura infatti aumenteranno di volume e poi schiacciateli leggermente con una forchetta, per dare la forma classica con le righe;
  6. infine coprite la teglia con un velo e mettetela ad asciugare per almeno 3-4 giorni in un posto caldo;
  7. trascorso il tempo la pasta in superficie si sarà asciugata, assumendo una colorazione biancastra;
  8. siete pronti per la cottura. Preriscaldate il forno a 180° e infornate per 10-15 minuti, vedrete che come per magia, lo zucchero dell’impasto si scioglierà e con il calore si caramellerà formando la parte scura alla base del dolcetto, mentre la parte banca di sopra diventerà friabile.
  9. Sfornate e prima di toglierli dalla carta forno lasciate raffreddare.

Come al solito… Buon appetito!

 

Visite: 1503

Redazione

Pubblicato da Redazione

La Redazione di Fatti&Avvenimenti.