Francesca Barracciu sottosegretaria alla Cultura è stata rinviata a giudizio

Francesca Barracciu sottosegretaria alla Cultura  è stata rinviata a giudizio

Barracciu-franFrancesca Barracciu, esponente del PD e attuale sottosegretaria alla Cultura . accusata di peculato aggravato nell’ambito dell’inchiesta sulle “spese pazze” dei gruppi al Consiglio regionale della Sardegna è stata rinviata giudizio. Più precisamente, la procura della Repubblica di Cagliari le contesta di aver utilizzato, per fini personali e nel periodo in cui era Consigliere regionale, 78mila euro di fondi destinati alle attività istituzionali.

Renzi ha sempre difeso la Barraccui, tanto da nominarla sottosegretaria alla Cultura nonostante fosse indagata, ma d’altronde nel PD un rinvio a giudizio è poca cosa, visto che l’attuale governo vanta tra i suoi gregali anche condannati.

Ma ricordiamo i fatti. Nel settembre del 2013 la Barracciu è eletta alle primarie del centrosinistra, e diviene di fatto la candidata Pd per la guida della Regione Sardegna. Ma solo qualche giorno dopo l’esponente del Pd, viene iscritta nel registro degli indagati insieme ad altri 33 esponenti. La reazione della Barracciu è quella di prassi tra i politici consumati: “Sono assolutamente serena, sono notizie di stampa, non ho ricevuto nessun avviso di garanzia”. Due mesi dopo, l’allora europarlamentare e candidata governatrice, viene sentita dalla pm Marco Cocco per rispondere della mancata rendicontazione di spese effettuate dal gruppo consiliare tra febbraio 2006 e gennaio 2009, per 33mila euro di rimborsi per il carburante. La Barracciu continua ad essere “serena” e dice: le nostre auto consumano!

Visite: 111

Redazione

Pubblicato da Redazione

La Redazione di Fatti&Avvenimenti.