Strasburgo. Sparatoria davanti il mercatino di natale: è caccia al killer 29enne Chèrif

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attimi di terrore a Strasburgo, verificatosi nel cuore dell’Europa ieri sera 11 dicembre 2018, intorno alle ore 20:00 tra i mercatini di Natale, dove un uomo ha iniziato a sparare all’impazzata uccidendo 2 persone e ferendone 12, tra cui anche l’italiano giornalista 28enne di Trento, Antonio Megalizzi in gravi condizioni

Il terrorista che ha causato questo tragico evento si chiama: Chèrif di 29 anni, nato a Strasburgo con passaporto francese e origini nordafricane, schedato per radicalizzazione e condannato a 2 anni di carcere nel 2011 per aver aggredito un ragazzo durante una rissa ed è sfuggito per 3 volte alla polizia. Il Presidente francese Emmanuel Macron ha inviato a Strasburgo il ministro dell’Interno, Cristophe Castaner per seguire da vicino gli eventi definendo il killer “un criminale comune” con precedenti penali.

L’eurodeputato Marco Affronte testimone della tragedia racconta i dettagli agghiaccianti dell’attacco: Ho sentito i colpi, sei o sette e ho visto due donne a terra colpite e una che urlava, mi sono allontanato per mettermi al riparo. siamo qui in un cortile interno nel centro di strasburgo, la polizia ha evacuato la zona.”, mentre il Presidente del Parlamento europeo Tajani ha dichiarato che la sparatoria sarebbe avvenuta a circa 3 km dalla sede del Parlamento europeo, dunque un vero e proprio attentato terroristico.

Strasburgo è l’ultimo di una serie di attentati che hanno colpito l’Europa negli ultimi anni; basta ricordare: l’attentato di Berlino avvenuto il 19 dicembre 2016 che ha provocato 12 morti e 56 feriti; un autoarticolato con targa polacca proveniente dall’Italia ha investito la folla presente al mercatino di Natale nel quartiere berlinese di Charlottensburg; e poi l’attentato a Parigi verificatosi il 15 novembre del 2015 in cui perse la vita la giovane Valeria Solesin di 28 anni, che si trovava a un concerto in un noto locale di Parigi ormai diventato luogo di stragi dove i kamikaze hanno ucciso 89 persone.

E poi ancora meritano di essere menzionati gli attentati di Bruxelles del 22 marzo 2016; la strage di Nizza avvenuta il 14 luglio 2016 in Francia, quando un uomo alla guida di un autocarro, ha volontariamente investito in velocità la folla che assisteva ai festeggiamenti pubblici in occasione della festa nazionale francese e infine l’attentato terroristico a Stoccolma avuto luogo nella capitale svedese il 7 aprile 2017 in pieno centro, un camion ha travolto la folla causando la morte di 5 civili.

di Valeria Tornambè


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Precedente Salute & Benessere. La cura della parodontite aiuta il controllo del diabete Successivo Strasburgo. Ucciso dalla polizia il terrorista Chérif Chekatt: era ancora nel quartiere di Neudorf