Salute & Benessere. Leucemia: “efficace anche il trapianto di midollo non compatibile”

La leucemia infantile potrà essere trattata anche attraverso un trapianto da donatore non compatibile

È il rivoluzionario risultato ottenuto da un team dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma guidato da Franco Locatelli e pubblicato sulle pagine della rivista scientifica “Blood”.

Grazie a una speciale tecnica di manipolazione delle cellule staminali, i medici potranno servirsi del midollo di uno dei genitori non compatibili di bambini affetti da leucemia e altri tumori del sangue per curare i piccoli pazienti. Le percentuali di guarigione sono del tutto sovrapponibili a quelle garantite da donatori perfettamente compatibili.

Il procedimento consente di eliminare le cellule pericolose, vale a dire i linfociti T alfa/beta+, responsabili delle reazioni di rigetto, conservando comunque elevate quantità di linfociti T gamma/delta+ e cellule Natural Killer, che difendono l’organismo dalle infezioni e dalle recidive. Con il nuovo approccio, quindi, i pazienti beneficiano subito dell’effetto positivo dei linfociti T gamma/delta+ e delle Natural Killer del donatore senza rischiare complicanze.

L’approccio è stato sperimentato su 80 pazienti affetti da leucemie acute resistenti ai trattamenti convenzionali o che avevano già subito ricadute dopo la chemioterapia.

“I risultati dello studio hanno mostrato un rischio di mortalità da trapianto intorno al 5% e un rischio di ricaduta di malattia del 24%, con una probabilità di cura definitiva per questi bambini superiore al 70%, un valore sovrapponibile a quello ottenuto nello stesso periodo in pazienti con leucemia sottoposti nel medesimo ospedale a trapianto da un donatore completamente compatibile, che facesse o meno parte della famiglia”, spiegano in un comunicato stampa i medici dell’Ospedale Bambino Gesù.

La tecnica rappresenta una soluzione possibile per circa il 40 per cento di pazienti che non riesce a trovare un donatore idoneo o che non ne può aspettare l’arrivo.

 

Salute & Benessere è una rubrica medica a cura del dott. Accursio Miraglia. 

Prima pagina, Salute & Benessere ,
Accursio Miraglia

Informazioni su Accursio Miraglia

Accursio Miraglia, nato a Sciacca il 27-12-68 Nel 1994 Laurea con Lode in Medicina e Chirurgia, Università Cattolica del Sacro Cuore (Roma – Policlinico Gemelli) Nel 1998 Specializzazione con Lode in Medicina Fisica e Riabilitativa (Fisiatria), Università di Tor Vergata (Roma) Dal 1998 al 2006 partecipa a numerosi corsi di aggiornamento organizzati dall’Accademi Italiana di Medicina Manuale Dal 1998 al 1999 Assistente medico, responsabile area riabilitativa Casa di cura "Villa Fulvia", Roma Dal 1999 ad oggi Direttore Sanitario del Centro di Educazione Psicomotoria s.r.l, centro di fisioterapia accreditato presso il SSN Dal 2009 è consulente tecnico d'ufficio presso il Tribunale di Sciacca e gli uffici del Giudice di pace di Sciacca, Menfi e Ribera. Dall’anno accademico 2014-2015, professore a contratto presso la Scuola di Specializzazione in Medicina Fisica e Riabilitativa dell’Università di Roma “Tor Vergata”. Dal 2015 ricopre il ruolo di docente presso il “Corso-Teorico pratico di Medicina Manuale” organizzato dalla SIMFER (Società Italiana di medicina Fisica e Riabilitativa) con la collaborazione Società Italiana di Medicina Vertebrale (MEDVERT) e le Università “la Sapienza” e Tor Vergata” di Roma.

Precedente Pasta “NCACIATA” con cavolfiore - Ricetta siciliana Successivo Cesare Battisti arrestato in Bolivia, Salvini ringrazia Polizia e Servizi Segreti, Premier Conte: "Giustizia per vittime"

Lascia un commento

*