Salute & Benessere. Dieta: il 60% di chi la fa, sbaglia…

Vuoi cominciare una dieta? Ecco perchè il 60% di chi la fa, sbaglia…

Per quanto tutti pensiamo davvero di sapere cosa e quanto mangiamo, sembra che il 60% delle persone (in particolare chi è a dieta) sbagli a monitorare il proprio comportamento a tavola, sottostimando dosi e qualità del cibo assunte.

Lo credono, dati alla mano, i ricercatori dell’Imperial College di Londra, che hanno messo a punto una nuova analisi delle urine in grado di svelare, in 5 minuti, quanti grassi, zuccheri, fibre e proteine si stanno assumendo, ma anche quanta carne rossa e bianca, pesce, uova, verdure e frutta si stanno mangiando. In sostanza un test che ci aiuterà a capire se stiamo mangiando bene ed eventualmente se e dove stiamo sbagliando.

Nello studio, pubblicato su The Lancet Diabetes and Endocrinology, i ricercatori hanno chiesto a 19 volontari di seguire quattro diete diverse, da quelle più sane e in accordo con le indicazioni dell’Oms, a quelle a base di cibo spazzatura. I volontari hanno seguito queste diete per tre giorni, mentre in un centro di ricerca di Londra gli scienziati hanno raccolto dei campioni di urina, valutando la presenza di centinaia di composti, metaboliti dei cibi e dei loro componenti.  Gli scienziati hanno anche controllato l’accuratezza del test confrontandolo con ricerche già fatte in passato su circa 300 persone e sono ottimisti sull’esattezza della nuova analisi.

Sebbene la tecnologia del metodo vada ancora perfezionata, i primi risultati sono incoraggianti. Spiega Isabel Garcia-Perez, co-autore della sperimentazione: “La fase di sperimentazione deve andare ancora avanti e l’analisi ancora non svela, ad esempio, quante patatine fritte e salsicce sono state effettivamente mangiate, ma siamo sulla buona strada. L’analisi fornirà informazioni sempre più puntuali e potrà divenire uno strumento molto utile per il monitoraggio dietetico sempre più personalizzato”. Il test dovrebbe essere a disposizione del pubblico entro i prossimi 2 anni.

Secondo i ricercatori del dipartimento di nutrizione della Harvard T. H.Chan School of Public Health di Boston, questa nuova analisi rappresenta un nuovo, piccolo, passo verso la nutrizione di precisione. Precisano, tuttavia, che la dieta è un sistema così complesso che questo tipo di test potrebbero riportare comunque degli errori.

Salute & Benessere è una rubrica medica a cura del dott. Accursio Miraglia.

Prima pagina, Salute & Benessere ,
Accursio Miraglia

Informazioni su Accursio Miraglia

Accursio Miraglia, nato a Sciacca il 27-12-68 Nel 1994 Laurea con Lode in Medicina e Chirurgia, Università Cattolica del Sacro Cuore (Roma – Policlinico Gemelli) Nel 1998 Specializzazione con Lode in Medicina Fisica e Riabilitativa (Fisiatria), Università di Tor Vergata (Roma) Dal 1998 al 2006 partecipa a numerosi corsi di aggiornamento organizzati dall’Accademi Italiana di Medicina Manuale Dal 1998 al 1999 Assistente medico, responsabile area riabilitativa Casa di cura "Villa Fulvia", Roma Dal 1999 ad oggi Direttore Sanitario del Centro di Educazione Psicomotoria s.r.l, centro di fisioterapia accreditato presso il SSN Dal 2009 è consulente tecnico d'ufficio presso il Tribunale di Sciacca e gli uffici del Giudice di pace di Sciacca, Menfi e Ribera. Dall’anno accademico 2014-2015, professore a contratto presso la Scuola di Specializzazione in Medicina Fisica e Riabilitativa dell’Università di Roma “Tor Vergata”. Dal 2015 ricopre il ruolo di docente presso il “Corso-Teorico pratico di Medicina Manuale” organizzato dalla SIMFER (Società Italiana di medicina Fisica e Riabilitativa) con la collaborazione Società Italiana di Medicina Vertebrale (MEDVERT) e le Università “la Sapienza” e Tor Vergata” di Roma.

Precedente La Russia di Putin non scherza: testato nuovo missile ipersonico “Khinzal” Successivo Giacomo Glaviano e la Fijet presenti al Forum Internazionale del turismo 'Great Ural 2018' a Ekaterinburg in Russia