Raffaele Cantone, pres. Anticorruzione dichiara che Rosa Capuozzo ha agito correttamente

Raffaele Cantone, pres. Anticorruzione dichiara che Rosa Capuozzo ha agito correttamente

Raffaele Cantone, presidente dell’Autorità nazionale Anticorruzione oggi ha dichiarato che Rosa Capuozzo ha agito correttamente, intanto la procura sequestra i documenti del comune di Quarto e perquisisce l’abitazione del sindaco.

Capuozzo-Cantone
Il presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione Raffaele Cantone e il sindaco di Quarto Rosa Capuozzo.

Il presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione Raffaele Cantone, stamattina ha fatto una dichiarazione che da sola “basta ed avanza” per mettere a tacere i vari Picerno, De Luca e tutto il barraccone mediatico che da un paio di giorni fomenta odio e insinuazione sul sindaco di Quarto Rosa Capuozzo e su tutto il M5S.

Cantone, con una chiarezza veramente rara in casi come questi , riferisce che il Comune ha agito correttamente: “Non ho elementi in questo senso – dice – ho verificato che era stato fatto questo esposto, ho chiesto accertamenti e dagli atti che ho visto mi sembra che il Comune di Quarto abbia chiesto correttamente al prefetto cosa fare su commissariamento o no”. E aggiunge: “Ho visto che c’era anche la proposta di sostituzione dell’impresa ma ho visto che è un’ipotesi rimasta sulla carta, quindi non so se era corretta o meno”. Poi entrando nello specifico e parlando dell’appalto conferma: “Abbiamo avuto un esposto e prima di Natale abbiamo chiesto informazioni sulla possibilità di commissariarlo, è l’unico intervento che abbiamo fatto”.

Alla domanda se c’è stato voto di scambio risponde: “Di questa particolare questione è giusto che se ne occupi la Procura, che è l’unica ad avere l’autorità per le valutazioni”.

Ed intanto la procura stamattina, ha incaricato i Carabinieri di acquisire presso il Municipio di Quarto i documenti nell’ambito dell’inchiesta su presunti infiltrazioni della camorra nell’amministrazione comunale, guidata da Rosa Capuozzo. Il decreto è stato adottato dal pm della Dda di Napoli Woodcok e dai procuratori aggiunti Beatrice e Borrelli.

Ricordiamo che nell’inchiesta sono iscritti nel registro degli indagati l’ex consigliere del M5S Giovanni De Robbio, l’imprenditore considerato vicino al clan Polverino Alfonso Cesarano, al centro dell’inchiesta degli appalti pubblici, oltre a Giulio Intemerato e Mario Ferro ex consigliere comunale del PD. Inoltre sempre per ordine della procura, i carabinieri hanno perquisito anche l’abitazione del sindaco, nonostante la Capuozzo non sia iscritta nel registro degli indagati come confermato dagli stessi inquirenti. La perquisizione, infatti, sarebbe finalizzata ad accertare l’eventuale presenza di lettere o documentazione relativa al tentato ricatto del lei subito da parte dell’ex consigliere De Robbio.

Visite: 205

Debora Ranzetti

Pubblicato da Debora Ranzetti

Debora Ranzetti, romana, avvocato ma blogger per passione. Non ha partiti ne tessere, amante delle battaglie impossibili, il cui motto è: “non mi piego, ma a spezzarmi non ci penso nemmeno”. Scrive quello che pensa, senza filtri, ma sempre nel rispetto delle regole. Animalista, ambientalista, inquieta e sempre di corsa, ma pronta a fermarsi se qualcuno è in difficoltà.