Sondaggio di “Nando Pagnoncelli” : il M5S è il primo partito al 30,3%, segue il PD al 29,3

Sondaggio di “Nando Pagnoncelli” : il  M5S è il primo partito al 30,3%, segue il PD al 29,3

Nonostante il “furioso” attacco mediatico sulla giunta romana e su Virginia Raggi, dopo un primo calo di consensi per le tensioni, il Movimento 5 stelle torna primo partito, attestandosi stabilmente al 30,3%.

pagnoncelli

A dirlo è un sondaggio di Nando Pagnoncelli, notoriamente non proprio “clemente” verso il movimento.

L’obbiettivo delle opposizioni, ma in primo luogo della macchina del “fango” piddina, era quello di fare crollare il consenso intorno al Movimento 5 Stelle, ma nonostante gli sforzi mediatici profusi sulle vicende romane, il tentativo almeno da questo sondaggio, appare miseramente fallito.

Beppe Grillo, dopo le tensioni interne e dopo il famoso passo laterale di un anno fa quando fu costituito il direttorio, per bloccare qualsiasi tensione interna, si è riappropriato, in occasione della festa a 5Stelle siciliana, del ruolo che gli compete.

Neanche l’uscita dal Movimento di Federico Pizzarotti, primo sindaco eletto in un importante capoluogo, con tanto di conferenza stampa e successive polemiche, ha inciso sui numeri del sondaggio.

Ed è questo il dato più importante che emerge dal sondaggio attuale e cioè, che il movimento, non è come qualcuno – erroneamente – aveva previsto un fenomeno populista passeggero, ma al contrario una realtà consolidata sul territorio con un importante “zoccolo duro”.

Ma vediamo i numeri:

il M5S si mantiene al primo posto con il 30,3%, lasciandosi dietro la flessione di circa 2 punti registrata dal sondaggio di settembre.

Il Pd con il 29,3% è secondo come a settembre.

Nel centrodestra continua il testa a testa tra Forza Italia (12,3%) e Lega (12,1%).

Fratelli d’Italia si attesta al 5,1%.

Area popolare si conferma al 4,1%.

Sinistra nell’insieme (Sel-Si e altre liste), intorno al5%.

Vediamo i ballottaggi, sempre ovviamente che rimanga l’Italicum nella sua attuale formulazione.

In uno scontro tra M5S e Pd, i pentastellati staccherebbero gli avversari di molto: 56,9% a 43,1% e questo grazie ad un orientamento a suo favore espresso in misura molto netta dagli elettori della Lega (60%-5%) e di FdI (65%-0%) e meno netta da quelli di Forza Italia (40%-25%).

Se invece lo scontro fosse tra il M5S e una lista unica di centrodestra, il vantaggio del primo sarebbe ancora più largo (61,1% a 38,9%), con Pd (45%-15%) e Sinistra (55%-0%) nettamente a favore dei grillini e Ap a favore del centrodestra (65%-10%).

Visite: 195

Debora Ranzetti

Pubblicato da Debora Ranzetti

Debora Ranzetti, romana, avvocato ma blogger per passione. Non ha partiti ne tessere, amante delle battaglie impossibili, il cui motto è: “non mi piego, ma a spezzarmi non ci penso nemmeno”. Scrive quello che pensa, senza filtri, ma sempre nel rispetto delle regole. Animalista, ambientalista, inquieta e sempre di corsa, ma pronta a fermarsi se qualcuno è in difficoltà.

Una risposta a “Sondaggio di “Nando Pagnoncelli” : il M5S è il primo partito al 30,3%, segue il PD al 29,3”

I commenti sono chiusi.