Iris fritte – Dolci siciliani – Ricetta originale palermitana

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Le Iris fritte sono dei dolci tipici siciliani , la lavorazione della pasta è simile a quella della rosticceria siciliana, solo che è dolce e la farcitura è di ricotta con gocce di cioccolato e poi cosparsi con lo zucchero semolato

La prima vera iris “nacque” nel lontano 1901, ad opera di Antonio Lo Verso, rinomato pasticcere palermitano al quale fu dato il titolo di “Cavaliere del lavoro” dall’allora Re Vittorio Emanuele III. Il nome le fu dato in onore dell’opera di Mascagni. Ma l’origine vera dell’iris pare che sia stata una rosetta a cui venne tolta la crosta, svuotata, riempita di ricotta ed infine fritta e inzuccherata.

 

La preparazione è laboriosa e richiede tempo per la lievitazione: Difficoltà media.

 

Ingredienti per 12 pezzi circa:

500 gr di farina 00
50 gr di strutto o margarina
80 gr di zucchero
30 gr di lievito di birra
5 gr di sale 
250 ml di acqua

1 litro di olio di girasole per friggere
pangrattato per la panatura q.b.
Zucchero semolato q.b.

Ingredienti per la crema di ricotta:

400 gr. di ricotta di pecora ben scolata,
150 gr. di zucchero,
100 gr. di cioccolato fondente,

 

PREPARAZIONE

  1. Preparate la farcitura. Mettete la ricotta ben sgocciolata in una ciotola, unitevi lo zucchero e schiacciate con una forchetta fino ad avere un composto omogeneo. Tagliate il cioccolato a pezzetti e mescolate con la ricotta.
  2. Siete pronti per “creare” Le iris. Setacciate la farina e mettetela sul piano di lavoro;
  3. aggiungete alla farina lo strutto (o la margarina) e fatelo amalgamare bene strofinando con le mani;
  4. fate un fontana e all’interno aggiungere lo zucchero, il lievito e l’acqua, che deve essere tiepida e impastate;
  5. per ultimo aggiungete il sale e impastate nuovamente, fino a raggiungere un composto morbido e liscio;
  6. lasciate riposare l’impasto coperto da un canovaccio per almeno 60 minuti;
  7. dopo l’attesa ( la pasta dovrebbe essere raddoppiata di volume) riprendete l’impasto e create delle palline da 80 grammi ciascuna;
  8. coprite le palline con un panno e lasciate lievitare per un paio d’ore al caldo;
  9. trascorse le due ore, mettete in forno preriscaldato a 180 gradi per 10 minuti circa.
  10. dopo raffreddate, prendete le iris cotte e tagliate un dischietto rotondo dal fondo e mettetelo da parte, quindi svuotate l’interno per fare spazio al ripieno;
  11. con una sac à poche riempite le iris con il composto di ricotta e chiudete con il dischetto che avevate messo da parte;
  12. ora preparate una ciotola con acqua e farina 00, l’impasto deve risultare non troppo liquido ma non duro e una ciotola con il pangrattato;
  13. passate le iris prima nella pastella di farina, poi nel pangrattato (foto sopra), infine friggetele in un tegame con bordo alto in abbondante olio di semi (foto sotto), avendo cura di girarle per ottenere una cottura omogenea;
  14. quando avranno raggiunto la colorazione bronzo-oro, tiratele fuori e mettetele a scolare in un cestello, poi passateli nello zucchero semolato.
  15. Fatto, posizionatele in un vassoio e godetevele.

Come al solito… Buon appetito!


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Precedente Salute & Benessere. La sedentarietà anche per brevi periodi provoca danni (reversibili): ecco come difendersi Successivo Salute & Benessere. Manipolazioni vertebrali: l’importanza della diagnosi

Lascia un commento