Yoga e sport un connubio d’avanguardia. L’eleganza senza tempo di una disciplina che sta bene con tutto

  •  
  •  
  •  
  •  

Che c’entra lo yoga con il basket, l’apnea, il tennis, il ciclismo, il rugby, il surf, il golf, la corsa? Perchè atleti del calibro di Danilo Gallinari (basket), Umberto Pellizzari(apnea), Maria Sharapova (tennis), gli All Blacks (rugby), Kelly Slater (surf) e sempre più professionisti sportivi a qualsiasi livello praticano yoga?


Questa disciplina millenaria garantisce molti benefici anche per gli sportivi: migliorando le prestazioni, forza, flessibilità, equilibrio, agilità, resistenza, fiato e sinapsi. Migliora l’equilibrio fisico e mentale, sviluppando maggiormente la consapevolezza del baricentro del corpo in azione e rinforzando il tessuto connettivo profondo che aiuta a prevenire le lesioni muscolari, si acquisiscono flessibilità e agilità aumentando così la gamma dei movimenti possibili con meno rischi. La pratica delle tecniche di respirazione della tradizione yogica favorisce la circolazione sanguigna e linfatica, massaggiando gli organi interni e le ghiandole endocrine.

Le diverse tecniche pranayama onsentono di imparare a gestire al meglio il dispendio energetico e la tensione durante l’attività sportiva, favorendo l’eliminazione delle tossine e riducendo i tempi di recupero. La meditazione aumenta la concentrazione e l’acutezza sensoriale, la forza di volontà, la determinazione e maggior sicurezza nel gestire l’ansia e le emozioni. L’ attenzione verso il corpo stimola la propriocezione e la percezione, insegnando a gestire lo stress.

Le numerose asana vengono eseguite in piedi e da seduti, distesi e in azione nello spazio educando il corpo a bilanciare lo sforzo localizzato, senza caricare quelle parti del corpo che sono già abbastanza sollecitate dall’esercizio fisico mirato. Tale disciplina è per tutti, inclusi gli atleti! È la chiave per una migliore qualità della vita, è una disciplina senza tempo, senza discriminazioni, senza limiti di età o di sesso, condizione fisica o mentale.

Lo Yoga aiuta ogni persona a migliorare la propria performance di vita, perché non solo aiuta a muoversi in maniera sana ma ad aumentare la percezione di sé sia nello spazio esterno sia in quello interiore . Con la pratica si impara a prendere coscienza del proprio corpo, a capirlo e ad ascoltarne i messaggi, insieme con la meditazione si potenziano i benefici che I’ attività motoria sportiva ha sulla mente, così che la concentrazione renda il naturale sforzo fisico meno gravoso da sopportare.

L’equilibrio raggiunto grazie allo yoga aiuta a bilanciare i processi del sistema nervoso e favorisce il lavoro del sistema parasimpatico stimolando gli equilibri della digestione, del riposo e quindi una corretto dispendio dell’energia, provvedendo in sintesi a potenziarne le riserve. Il corretto funzionamento del respiro è ció che permette di aumentare l’elasticità del sistema toracico-polmonare riducendo il consumo dell’energia richiesta.

I muscoli respiratori vanno dunque rinforzati e allungati essendo interconnessi con le problematiche di alcune posture fisse che causano rigidità su fianchi, schiena e spalle. Quando vengono applicate tecniche di respirazione specifiche per lo sport, queste aiutano l’esperienza dell’atleta che riscopre un potenziale arricchito. Per questo altrettanto importante è la dinamica del respiro in relazione con il rendimento nelle professioni d’ ufficio e in generale sullo stile di vita spesso direttamente connesso alle cause di alcuni dei fastidi più comuni.

Possiamo concludere che il potere del respiro e delle pratiche yoga e meditazione ha comprovati vantaggi nella performance atletica e nella vita quotidiana. Il risultato di questa partita è indubbiamente: minore sforzo e maggiore risultato!

Corpo & Mente è un rubrica curata da Agata Romeo


  •  
  •  
  •  
  •  
Corpo&Mente, Prima pagina
Agata Romeo

Informazioni su Agata Romeo

Agata Romeo ha conseguito inizialmente titoli di studio come Istruttrice Fitness e Personal Trainer presso la Federazione Italiana Fitness e Csen, riconosciuti dal Coni e dall'EFA. Tale formazione le ha permesso di essere selezionata per conseguire un percorso formativo cominciato nel 2010 a Londra e riconosciuto a livello internazionale. In Inghilterra consegue i diplomi come Istruttrice di Pilates, Istruttrice di Yoga e BSBC presso Steiner Accademy e The Fitness Studio Consultancy. La forte determinazione e passione per il suo lavoro la vedono intraprendere un percorso lavorativo in giro per il mondo collaborando con realtà di alto livello come Canyon Ranch Spa Club. Dopo l'esperienza all'estero ha scelto  di tornare in terra siciliana per condividire la propria professionalità e competenza. Attualmente si sta dedicando nello specifico all'insegnamento delle discipline Yoga e Meditazione collaborando con alcuni centri sportivi sul territorio. "Non vado dove porta il sentiero, vado! Perchè anche nel deserto può essere tracciato un percorso. La mia missione è azione creativa, ispirare e motivare le persone a sentirsi bene con se stessi attraverso la consapevolezza del corpo verso l'armonia del pensiero. Esplorare, scoprire e vivere appieno il proprio potere personale"

Precedente Salute & Benessere. Inquinamento elettromagnetico: come usare smartphone e tablet Successivo Sondaggio Elezioni Europee. Lega 2° partito, i 5Stelle raddoppiano i seggi, il PD li dimezza e Forza Italia evapora