Vincenzo De Luca verrà sospeso da presidente, il consiglio dei Ministri ha votato come previsto dalla legge Severino


deluca

Le previsioni della vigilia e la spavalderia dell’interessato sono state smentite, Vincenzo De Luca non potrà insediarsi a governatore della Campania.

Il consiglio dei Ministri ha votato come previsto dalla legge Severino. Non ci sarà dunque nessuna norma per salvare l‘ex sindaco di Salerno, nonostante alla vigilia fosse atteso un decreto legge per consentire al governatore della Campania d’insediare la sua giunta lunedì 29 giugno, quando è prevista la prima seduta del consiglio regionale.

La pressione delle opposizioni, con il M5S pronto a denunciare Renzi per abuso d’ufficio qualora avesse anche lontanamente tentato di violare la legge, ha fatto da tappo ad una faccenda che rischiava di diventare l’ennesima “farsa all’italiana”.

Quindi  la sospensione è arrivata subito. “A norma della legge Severino ho disposto la sospensione di Vincenzo De Luca da presidente della Regione Campania” ha dichiarato il premier in conferenza stampa. “La norma Severino presenta visioni diverse, non sulla sospensione. Non c’è ineleggibilità ma c’è necessità di sospensione. La presidenza del consiglio ha seguito l’iter. Con la sospensione finisce il nostro lavoro. Ora si aspetta ovviamente “un ricorso di De Luca contro questo atto”.

Tutto quindi, viene rimesso nelle mani del prefetto di Napoli Gerarda Pantaleone, che dovrà notificare a De Luca il provvedimento di sospensione del governo. A questo punto sarà difficile per De Luca  riuscire a nominare un vice che regga i poteri. In alternava bisognerà solo aspettare l’esito del ricorso al tribunale.

Visite: 131

Redazione

Pubblicato da Redazione

La Redazione di Fatti&Avvenimenti.