Venti di guerra: Navi militari USA a 12 miglia dalla Cina

Venti di guerra: Navi militari USA a 12 miglia dalla Cina

-uss-lansenManovra che ha il sapore di una provocazione. Venti di guerra quelli che soffiano sul Mar Cinese Meridionale: la nave cacciatorpediniere USS Lassen, poche ore fa, è transitato entro le dodici miglia nautiche (ovvero all’interno delle acque definite territoriali dal diritto internazionale) dalle Isole Spratly di Pechino; isole che per la capitale cinese sono territorio sovrano della Repubblica Popolare Cinese.

In un solo anno e mezzo, infatti, la Cina ha recuperato più di 2.000 acri nelle principali isole dell’arcipelago Spratly: Subi, Mischief e Fiery Cross. Legittima attività quella di Pechino, che però avviene in un mare già oggetto di numerose dispute territoriali tra vari Stati dell’area, tra cui però ovviamente non fanno parte gli USA.

Uno sconfinamento, quello del cacciatorpediniere USA, che ha il sapore di una gravissima ed arrogante provocazione militare nell’area cinese che dal Pentagono USA dicono essere stata autorizzata direttamente dal “Nobel per la Pace” Barack Obama.

Durissimo il ministro degli esteri della Cina Wang Yi: “Consigliamo agli Stati Uniti di pensarci due volte prima di intraprendere azioni del genere. Abbiamo più volte ribadito che le attività nel Mar Cinese Meridionale non minacceranno nessuno ne mineranno la libertà di navigazione (per mare o per via aerea) di nessun paese. La libertà di navigazione non può essere utilizzata come scusa per minare la sovranità degli altri paesi”.

“Noi siamo ovunque ci consenta il diritto internazionale – hanno replicato dal Dipartimento della Difesa USA – non dobbiamo informare nessuno quando esercitiamo il nostro diritto di navigare in acque internazionali”.

 

Visite: 198