Sono iniziati i lavori finanziati con i soldi del M5S per la costruzione bretella alternativa dell’ dell’autostrada A19


m5s

Oggi giovedì 25 giugno sono iniziati i lavori finanziati con i soldi del M5S per la costruzione della bretella alternativa, indispensabile per ricongiungere le due parti della Sicilia tagliate dal crollo dell’autostrada A19.
A lavori ultimati, sarà finalmente possibile evitare il lungo e tortuoso viaggio che costringe automobilisti e mezzi pesanti, a salire sulle montagne di Polizzi, con un risparmio sia di tempo che economico, è infatti di circa 40-50 la differenza nei tempi di percorrenza.

Come prevedibile, c’è entusiasmo tra i deputati regionali del Movimento 5 Stelle e Giancarlo Cancelleri dichiara: “L’operazione è la risposta a chi ci accusa di essere solo protesta. Noi siamo già forza di governo. Rispondiamo con i fatti all’inerzia dei governi centrale e regionale che ancora cincischiano vergognosamente mentre l’economia isolana muore giornalmente. Ancora non c’è nemmeno l’ombra delle ruspe che dovrebbero realizzare la bretella. Qui si rischia di vedere passare invano non solo l’estate, ma anche l’autunno e, probabilmente, pure l’inverno. Facile per chi è comodante seduto in poltrona, magari ai piani alti di un ufficio statale o regionale. Molto meno per chi fa quotidianamente la spola in questa sfortunata autostrada. Crocetta prenda esempio”.

E come dargli torto, in effetti quanto promesso si sta realizzando e con tempi molto rapidi, non solo in rapporto ai tempi “biblici” della politica, ma anche nei confronti dei normali lavori fatti dai privati.

Visite: 127

Redazione

Pubblicato da Redazione

La Redazione di Fatti&Avvenimenti.