Sondaggio Demopolis: solo 3 punti separano il Pd dal M5S

sondaggio-demoLa vicenda del decreto ”Salva Banche” pare abbia inciso e non poco sull’elettorato. L’ultimo sondaggio effettuato dall’Istituto Demopolis, fotografa una situazione particolarmente preoccupante per il PD, che non consente sonni tranquilli alla compagine governativa in relazione alle imminenti elezioni di primavera.

Secondo questo nuovo ed ultimo sondaggio, infatti il Pd pur confermandosi il primo partito, scende al 31%, il Movimento 5 Stelle si attesta e sale al 28%, quasi un massimo storico.

Il vantaggio del partito di Renzi pertanto, si riduce a soli 3 punti, un margine veramente esiguo che non consente nessuna certezza. Gli altri sono dietro, la Lega di Salvini è al 15,8%, confermandosi terzo partito e prima forza del Centro Destra. Forza Italia al 10,4%, ma è un dato che dopo le uscite di questa mattina di Laura Ravetto e d Romani, è oggi sicuramente sovrastimato . Al 4,5% si conferma SEL-Sinistra Italiana, mentre Fratelli d’Italia della Meloni dietro di pochissimo al 4,3% e al 3,5% Area Popolare, costituita da UdC più NCD di Alfano. Le altre liste tutte sotto il 2% .

Pietro Vento direttore di Demopolis, spiega che con questi numeri il M5S con l’Italicum, andrebbe in ogni caso al ballottaggio contro il partito del Premier.

Per correttezza si sottolinea che il sondaggio è stato condotto dall’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento, su un campione di 1.200 intervistati rappresentativo della popolazione italiana maggiorenne.

Precedente Consulta: Renzi voleva il 3 a 0, invece è finita 2 a 1 per il M5S Successivo Banca Etruria: indagato il giudice che “indaga” sul Crac