Siamo tutti rane, ci stanno bollendo lentamente, decreto dopo decreto!

Siamo tutti rane, ci stanno bollendo lentamente, decreto dopo decreto!

rane-boliteHanno deciso che godiamo di troppa libertà e troppi diritti. L’ordine impartito ai governi nazionali è chiaro e categorico, liberatevi delle costituzioni democratiche nate dopo la caduta del fascismo.

No, non è una bufala , ma la cruda realtà, ne abbiamo parlato in questo articolo, citando fonti e documenti ufficiali come nostra consuetudine.

Chi comanda sa perfettamente che il risultato che si vuole raggiungere è aberrante e nessun popolo accetterebbe mai una simile drastica riduzione dei propri diritti. Allora si mette in atto il metodo “Rana bollita”.

Conoscete la metafora della rana bollita?
Se in una pentola bolle acqua a 100°C e ci mettiamo una rana dentro, che succede?
Semplice, per il brusco sbalzo di temperatura, la rana schizza via scappando dalla pentola.
Se invece prendiamo una pentola con acqua a temperatura ambiente e piano piano la alziamo di 1°C per volta, la rana si immerge tranquillamente nell’acqua e man mano che la temperatura sale, si adatta, provando pure un piacevole tepore.

Purtroppo adattandosi ed adeguandosi a quella situazione, man mano che la temperatura sale, l’acqua inevitabilmente comincia a bollire finché la rana MUORE senza nemmeno accorgersene!

Ecco, capita la metafora? lo stato ci ha trasformati in rane, governo dopo governo, un provvedimento per volta, decreto dopo decreto, gradualmente si inasprisce la pressione fiscale, ci toglie i diritti acquisiti con anni di lotte – art. 18, pensioni, sanità ecc.. – e le libertà conquistate con il sangue – Carta Costituzionale, decreto intercettazioni ecc.. – ma tutto sempre molto lentamente, loro hanno tempo.

Il popolo non reagisce al singolo provvedimento, subisce e si adegua a tutte le leggi che ci impongono e a qualcuno piace pure – esattamente come per le rane – finché si arriva al punto di… non ritorno.

Visite: 143

Redazione

Pubblicato da Redazione

La Redazione di Fatti&Avvenimenti.