A Roma il PD teme la disfatta e reagisce come un animale agonizzante ferito

A Roma il PD teme la disfatta e reagisce come un animale agonizzante ferito

Ieri, ultima giornata in cui ufficialmente si poteva fare campagna elettorale, il Pd, come un “animale agonizzante ferito” ha cercato di dare il suo ultimo colpo di coda.

Giachetti-Raggi

Abbiamo assistito ad un attacco di massa a Virginia Raggi, su una vicenda vecchia di un mese, su cui già c’erano stati chiarimenti e diffide da parte di Virginia Raggi e del suo avv. Paolo Morricone : qui la lettera integrale.

La storia, che a parte le esternazioni dell’ex assessore capitolino Pd Sabella, è chiara e non ha nessuna ricaduta giudiziaria, è già stata ampiamente spiegata e documentata dalla diretta interessata.

Ed allora , perché tutto questo clamore proprio l’ultimo giorno? Semplice, lo staff di Giachetti, ieri ha definitivamente metabolizzato le sensazioni negative – per il PD – di questa campagna elettorale. Si ha infatti notizie, di recenti sondaggi segreti, almeno due commissionati a due diverse società, in cui si annuncia per i DEM la disfatta.

Pare che i sondaggi siano impietosi, i cui numeri, che non possiamo pubblicare per rispetto della legge che impedisce di farlo, se fossero veri, metterebbero in ridicolo, non solo Giachetti ed il PD, ma anche e sopratutto Matteo Renzi.

Ecco ecco tentare la carta della disperazione, tirare fuori un caso, ingigantirlo e in massa attaccare a testa bassa tramite i media, nel tentativo, se non di invertite il risultato finale, cosa impossibile a causa dell’enorme divario che i sondaggi attribuiscono, quanti meno di minimizzare il danno e i numeri della sconfitta.

La sensazione che invece si ricava, almeno dall’umore dell’elettorato, che tutto questo clamore, non abbia fatto altro che radicalizzare ancora di più le posizioni dei due schieramenti e che non verranno spostati voti, almeno non in modo significativo. Non resta quindi che attendere i risultati di domani sera.

Visite: 283

Debora Ranzetti

Pubblicato da Debora Ranzetti

Debora Ranzetti, romana, avvocato ma blogger per passione. Non ha partiti ne tessere, amante delle battaglie impossibili, il cui motto è: “non mi piego, ma a spezzarmi non ci penso nemmeno”. Scrive quello che pensa, senza filtri, ma sempre nel rispetto delle regole. Animalista, ambientalista, inquieta e sempre di corsa, ma pronta a fermarsi se qualcuno è in difficoltà.