Palermo. Cinghiali in città che rovistano tra i rifiuti: Orlando per risolvere il problema chiederà aiuto alla Raggi?

“Chi di Cinghiale ferisce di cinghiale perisce”: Palermo emula Roma. In strada tra i cassonetti ed in diverse zone di periferia, sono stati avvistati e fotografati intere famiglie di questi animali che rovistano tra i cassonetti.

Famigliole affamate di cinghiali sono stati avvistati in diverse zone di Palermo, una femmina con i suoi piccoli è stata filmata e fotografata da alcuni passanti mentre stava rovistando tra i rifiuti, attorno ad un cassonetto in piena area urbana e altri avvistamenti sono stati fatti nelle borgate dell’Arenella e di Vergine Maria.

Che la situazione sia “seria” lo dimostra il fatto che oltre alle segnalazione di cittadini preoccupati, anche Rosario Arcoleo, consigliere comunale del PD a Palermo, a chiesto al sindaco di Palermo Leoluca Orlando la costituzione di un tavolo di emergenza con tutti gli uffici preposti. “La vicenda non può più essere sottovalutata – dice Arcoleo- e rischia di diventare pericolosa per l’incolumità pubblica”.

È siamo a Palermo dove Orlando, sindaco “a vita”, noto con lo slogan “Orlando il sindaco lo sa fare”, è uno di quelli considerati almeno dal PD, “bravi”. Dunque, aldilà del fatto di cronaca, certamente preoccupante, quello che emerge è la questione politica che ne deriva.

Palermo è amministrata da una giunta con dentro tante componenti ma di area sostanzialmente piddina, la stessa aera che da mesi attacca la giunta romana della Raggi proprio sui cinghiali, che esattamente come Palermo sono stati avvistati nelle periferia della capitale, accusando il sindaco di incompetenza: dunque anche Leoluca Orlando incompetente? Se aggiungiamo che la mancanza di acqua in Sicilia è atavica, non ci resta che trovare qualche bel topo, et voilà, ecco magicamente tutte le accuse fatte alla Raggi, che ricordiamo governa Roma da un anno, si ritorcono su Orlando che però guida Palermo da sempre e quindi i cinghiali sono suoi… Virginia in fondo li ha solo ereditati.

Precedente Salute & Benessere. Il gomito (non solo) del tennista Successivo INPS. È possibile Trasformare le domande di NASPI fatte anche nel 2016, in domanda di indennità DIS-COLL