Non è un film, volare si può: 2 uomini affiancano un aereo di linea

Non è un film, volare si può: 2 uomini affiancano un aereo di linea

Jet-Men,Yves Rossy e Vince Reffet. sono due piloti della Jet-Men, che sono riusciti a tradurre in realtà il sogno di Icaro.

I due novelli Icaro assistiti dalla propulsione di due motori a reazione, si sono lanciati da un elicottero che volava a circa 1500 metri al di sopra del più grande areo passeggeri del mondo, l’A380 e emulando i migliori film di 007, hanno affiancato l’aereo di linea delle Emirates Airlines sopra i cieli di Dubai, volando in formazione per qualche minuto.

I due motori a reazione, da quanto dichiarato della società, sono in grado di portare i piloti ad una velocità massima di 260 Km/h e riescono a sostenere un peso massimo di 150 kg. Come è facilmente intuibile, per portare a termine la dimostrazione che dura solo pochi minuti, lo staff di JetMen e Emirates ha lavorato e programmato a lungo l’evento. Dalle notizie trapelate, pare che l’A380 abbia dovuto volare scarico e al limite della velocità di stallo per consentire di fare combaciare le velocità e le l’altezza tra l’aero e i due temerari e non solo per consentire ai due novelli Icaro di affiancare l’aereo, ma anche e sopratutto per non creare eccessive turbolenze che avrebbero potuto creare situazioni di pericolo.

ECCO IL VIDEO:

Al momento il sistema è ancora soggetto a limitazioni, il tempo massimo di volo dei JetMen è subordinato al consumo del carburante, che per ora è di appena 8/10 minuti, ma la storia ci ha abituati che una volta infranto il tabù  l’evoluzione arriva rapida, non passerà molto tempo prima che i tecnici migliorino il sistema. Quì il sito ufficiale

Visite: 274

Debora Ranzetti

Pubblicato da Debora Ranzetti

Debora Ranzetti, romana, avvocato ma blogger per passione. Non ha partiti ne tessere, amante delle battaglie impossibili, il cui motto è: “non mi piego, ma a spezzarmi non ci penso nemmeno”. Scrive quello che pensa, senza filtri, ma sempre nel rispetto delle regole. Animalista, ambientalista, inquieta e sempre di corsa, ma pronta a fermarsi se qualcuno è in difficoltà.