Misteriosa perquisizione su aereo russo atterrato a Londra: per Mosca ennesima provocazione

Misteriosa perquisizione su aereo russo atterrato a Londra: per Mosca ennesima provocazione

Assume sempre i contorni di un vero “giallo” l’ultima indiscrezione filtrata nell’infinito braccio di ferro tra Russia e Gran Bretagna.

Secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa russa Interfax, alcuni agenti di Scotland Yard avrebbero fatto improvvisamente irruzione ieri mattina a bordo di un aereo della compagnia russa Aeroflot, atterrato da pochissimo all’aeroporto londinese di Heatrow e proveniente da Mosca. Tutti i passeggeri ed i membri dell’equipaggio sarebbero stati allontanati dal velivolo, tranne i piloti che si sarebbero rifiutati di abbandonare la cabina di pilotaggio. E ‘ mistero sulle motivazioni alla base di tale operazione.

In serata è prontamente giunta la smentita di Scotland Yard, che tramite Twitter ha fornito la posizione ufficiale dell’Agenzia su tale questione:

La Metropolitan Police non sta conducendo nessun tipo di operazione su di un Airbus”

Una spiegazione che non ha per nulla convinto le autorità russe, che tramite Il Ministero degli Esteri hanno bollato chiaramente l’episodio come “provocazione”.

Fonti della stessa compagnia Aeroflot hanno confermato la misteriosa perquisizione.

Tra denunce e smentite ufficiali, rimane a questo punto un grande punto interrogativo su chi sia realmente salito a bordo di quell’aereo, e per quale motivo abbia messo in piedi tale operazione.

Nei giorni delle mille polemiche derivanti dall’avvelenamento dell’ex spia russa Skripal, questo episodio rappresenta un ennesimo tassello che aggiunge mistero, e al tempo stesso tensione, tra due paesi già profondamente divisi tra loro, e in continuo duello.

Una escalation psicologica e diplomatica che fa rimanere sempre più il mondo con il fiato sospeso.

Visite: 256