Marcia indietro di Gentiloni: prorogheremo le sanzioni alla Russia

Marcia indietro di Gentiloni: prorogheremo le sanzioni alla Russia

gentilono_obamaBrutte notizie per quanti avevano creduto ed esultato alle dichiarazioni di Renzi che, avrebbe chiesto all’EU di ridiscutere il rinnovo delle sanzioni alla Russia perché l’Italia era contraria. Come al solito le parole del premier, si sono rivelate l’ennesima “sparata”. La riunione è prevista per fine anno.

Sono infatti di ieri le dichiarazioni ufficiali del Ministro degli Affari Esteri Paolo Gentiloni nel corso di una riunione a Bruxelles, il quale ha detto: “la decisione sulla rivalutazione sulle sanzioni sulla Russia dovrebbe essere prese secondo la realizzazione del protocollo di Minsk”.

Ecco il video:

Tradotto significa esattamente quello che aveva “ordinato” Obama qualche giorno fa, cioè che le sanzioni andavano rinnovate senza nemmeno discuterle e aveva motivato con la solita argomentazione, “finché la Russia non rispetterà gli accordi di Minsk tutto resterà così com’è”.

La dichiarazione di Gentiloni ha suscitato lo sconcerto dei giornalisti di Russian Today che appena 3 giorni fa avevano dato la notizia di un possibile avvicinamento tra Italia e Russia. Oltretutto Gentiloni aveva incontrato Lavrov  pochi giorni prima.
L’Italia come al solito conferma l’appellativo di “Badogliani partigiani traditori borghesi”. È inutile illudersi, tant’è che noi non avevamo riportato la notizia delle dichiarazioni di Renzi, perché eravamo sicuri che saremmo stati smentiti a breve, cosa puntualmente accaduta.

Non siamo più uno stato sovrano ormai da tempo, i nostri politici sono solo i “camerieri” di Europa e Stati Uniti e questo ennesimo volta faccia lo conferma pienamente.

Visite: 140

Debora Ranzetti

Pubblicato da Debora Ranzetti

Debora Ranzetti, romana, avvocato ma blogger per passione. Non ha partiti ne tessere, amante delle battaglie impossibili, il cui motto è: “non mi piego, ma a spezzarmi non ci penso nemmeno”. Scrive quello che pensa, senza filtri, ma sempre nel rispetto delle regole. Animalista, ambientalista, inquieta e sempre di corsa, ma pronta a fermarsi se qualcuno è in difficoltà.