Di Maio a Bologna: Prima il reddito di cittadinanza per gli italiani, poi pensiamo all’accoglienza

Luigi Di Maio ieri, ha chiuso la campagna elettorale del Movimento 5 stelle delle amministrative del 5 giugno, a Bologna.

La manifestazione era a sostegno del candidato sindaco del M5S Massimo Bugani. Il vicepresidente della Camera, dopo il comizio ha risposto alle domande dei cronisti. Di Maio ha affrontato diversi temi, contestando il governo sul “Bonus 80 euro” che circa 1 milione e 400 mila italiani dovranno restituire, puntando il dito su quella parte che non avendo raggiunto gli ottomila euro di reddito, dovranno restituire praticamente l’ultimo stipendio percepito e togliere questi soldi ha chi ha perso il lavoro è un abominio.

Inoltre ha commentato le recenti dichiarazioni della Cei (la Conferenza episcopale italiana) sul tema dei migranti e dell’accoglienza: “Il fenomeno migratorio è una cosa enorme e proprio per questo, dobbiamo metterci in sicurezza da eventuali tensioni sociali. Qui si rischia una pentola a pressione. Per questo nelle nostre proposte c’è il reddito di cittadinanza per gli italiani. Dopo possiamo affrontare l’accoglienza senza affidarla a privati”.

Poi ha concluso: “Da una parte ci sono sbarchi di persone disperate che provengono da teatri di guerra e che sono scampate alla morte e dall’altra, però, ci sono gli italiani che vedono i loro figli disoccupati e senza un euro”.

Precedente Confronto Sky: domina la Raggi e la Meloni insegue... poi il nulla Successivo Roma. La Raggi fa il pieno: ieri... s'è capito chi vince