La Cina progetta caccia e portaerei: l’Occidente sorpreso

La Cina progetta caccia e portaerei: l’Occidente sorpreso

caccia-cina-su34Mosse e contromosse nello scacchiere militare internazionale. E di pochi giorni fa la notizia dello sconfinamento marittimo del cacciatorpediniere americano USS Lassen nelle acque territoriali cinesi al largo delle Isole Spratly (quì l’articolo), seguita dall’immediata risposta stizzita e minacciosa del governo centrale.

Ma si sa, le risposte diplomatiche hanno poco effetto sul nemico, più efficace appare invece, la strategia di mostrare i muscoli, magari facendo finta che le notizie non siano uscite da fonti ufficiali, ma trafugate dai media. Così  pochi giorni dopo il fatto delle isole Spratly, da fonti interne cinesi, senza che nessuno almeno all’occidente ne sapesse nulla, vengono fatte trapelare notizie correlate da foto, del nuovo corso militare, mostrando una  Cina che si sta pesantemente armando e rinforzando in un settore quelle delle portaerei con relativi caccia a bordo, in cui era stata sempre deficitaria.

Un sito cinese di appassionati militari è entrato in possesso di una foto che immortala i lavori che si stanno svolgendo nel cantiere navale di Delian, per quella che è ritenuta la prima portaerei costruita in Cina.

portaerei cinaNella foto si vede chiaramente la nuova sezione di quello che sembrerebbe essere un hangar ed un ponte di volo. Proprio la forma dell’ultimo modulo, che occupa in larghezza parte della nave, confermerebbe la tipologia della piattaforma che potrebbe essere sia una portaerei che una nave d’assalto anfibia. Soltanto l’installazione del ponte di volo (angolato o meno), potrà dirimere i dubbi sul nuovo vettore. Infatti, l’ampia sezione relativa all’hangar così come il ponte di volo sono caratteristiche di entrambe le piattaforme. Se si trattasse di una nave d’assalto anfibia, gli specialisti del sito di intelligence ed analisi IHS Jane, osservano che sarebbe molto più grande rispetto alla sua antagonista americana, che si attesta sulle 45 mila tonnellate.

Le indiscrezioni sulla nuova portaerei cinese erano state confermate già nel luglio scorso dai documenti interni della China Shipbuilding Industry Corporation.

Le novità non finiscono qua, c’è ne un altra ancora più succulenta e riguarda la costruzione di un super caccia da combattimento. Infatti se l’indiscrezione venisse confermata, i cinesi avrebbero sviluppato, assolutamente in segreto, un caccia basato sulla cellula del Sukhoi Su-27, simile al Su-34 “Fullback”. La perplessità maggiore, riguarda il fatto che i russi non avrebbero rilasciato alcuna licenza ai cinesi per la produzione in patria del proprio cacciabombardiere di ultima generazione. Quindi i cinesi, dopo avere clonato le Range Rover, clonano anche i caccia?

La foto è stata pubblicata alle 00,46 di questa notte dal sito cinese Weibo che è controllato dal 2009 dalle autorità governative e questo darebbe maggiore consistenza alla nostra ipotesi, cioè “notizie pilotate”. La foto mostra una piattaforma simile al Sukhoi Su-34 in volo privo delle alette canard, ma il prototipo in foto, appare molto più imponente del modello originale russo.

Le domande a cui dare una risposta non sono molte, ma significative. La prima, la Cina solitamente non usa questo tipo di propaganda all’estero, a volte lo fa ma solo per uso interno, quindi qual’è lo scopo?. La seconda, se realmente i cinesi, stano lavorando alla realizzazione di portaerei e cacciabombardiere di così elevata qualità, significa che è iniziata una fase di riarmo senza precedenti?.

 

Visite: 191

Debora Ranzetti

Pubblicato da Debora Ranzetti

Debora Ranzetti, romana, avvocato ma blogger per passione. Non ha partiti ne tessere, amante delle battaglie impossibili, il cui motto è: “non mi piego, ma a spezzarmi non ci penso nemmeno”. Scrive quello che pensa, senza filtri, ma sempre nel rispetto delle regole. Animalista, ambientalista, inquieta e sempre di corsa, ma pronta a fermarsi se qualcuno è in difficoltà.