Il PD boccia un emendamento in favore di disabili e invalidi

dibaEra stato proposto dai Fratelli d’Italia ed essendo un emendamento di buon senso, a tutela delle fasce più deboli è stato sostenuto, sottoscritto e votato anche dal M5S.

L’emendamento – come potete leggere dalla copia originale deposita – chiedeva di togliere dal calcolo del reddito ISEE le pensioni di invalidità e indennità di accompagnamento.

Nulla di sconvolgente e tecnicamente poco costoso, un provvedimento che mirava semplicemente a salvaguardare i diritti di disabili, invalidi e delle loro famiglie che li hanno in carico: chiedere di non conteggiare queste piccole somme al reddito di famiglie penalizzate con ISEE bassissimo è solo buon senso!

Ebbene il PD ha votato contro ai cui voti si è aggiunta l’astensione di SEL /Sinistra Italiana confermando ancora una volta se c’è ne fosse bisogno, che nei provvedimenti che contano è la stampella del governo Renzi.

La legge di stabilità si sta confermando il solito “assalto alla diligenza” in cui io voto te e tu voti me per “spartirsi” le spoglie dell’Italia. Buttato via centinaia di milioni di euro in operazioni che definire fantasiose è poca cosa – ne abbiamo parlato in questo articolo – e poi non trovano – avendo raschiato il fondo del barile, ognuno per il proprio orticello – pochi spiccioli per rimediare a quelle che è una palese ingiustizia sociale. Come sempre si calpesta la dignità dei più deboli.

I commenti sono chiusi.