Il M5S acquista la casa del muratore che si diede fuoco…

Il M5S acquista la casa del muratore che si diede fuoco…

Azioni come queste si commentano da sole, eppure i media nazionali, oggi si sono cimentati ancora sull’inesistente caso “Quarto”, dimostrando la faziosità e la falsità della loro azione in favore dell’informazione.

casa-guarascio
La casa acquistata dal M5S

Quello che oggi hanno fatto i “deputati” del M5S e sottolineamo Deputati, perché in Sicilia tali sono i componenti del consiglio regionale, è ammirevole. In silenzio hanno reso la vita un po meno pesante ad una famiglia segnata da un dramma che comunque difficilmente dimenticheranno: il gesto del capo famiglia, il sig. Guarascio, morto suicida nel vano tentativo si salvare l’unica casa in cui vivevano e continueranno a vivere i suoi familiari grazie al M5S .

L’azione è stata affidata ad un comunicato stampa che riportiamo per intero:

L’abitazione acquistata e donata alla famiglia Guarascio grazie ai soldi a cui i deputati M5S rinunciano mensilmente. “E’ un’operazione altamente simbolica – dicono i parlamentari – serve ad accendere i riflettori sulla legge voto sull’impignorabilità approvata dall’Ars e ferma a Roma da quasi un anno e mezzo. Casi come questo non devono più accadere”

“La prima casa non si tocca”. Il Movimento 5 stelle all’Ars ha restituito oggi la casa alla famiglia Guarascio, finita all’asta e passata di mano per un piccolo debito con una banca. Non saranno costretti pertanto a traslocare, la moglie ed i figli del muratore di 64 anni, deceduto per essersi dato fuoco per evitare lo sfratto dalla sua abitazione di via Brescia a Vittoria, costruita dallo stesso muratore dopo tanti anni di sacrifici.

m5s sicilia
I deputati siciliani all’ARS del M5S

Oggi i deputati regionali del Movimento 5 Stelle hanno provveduto ad acquistare la casa, subito donata alla famiglia, con le somme che accantonano mensilmente rinunciando a gran parte del loro stipendio. La donazione dei deputati è altamente simbolica, serve infatti ad accendere i riflettori sulla legge voto sull’impignorabilità della prima casa, fortemente voluta dal M5S (prima firmataria è la parlamentare Cinquestelle Vanessa Ferreri) attualmente ferma al Senato. La legge è stata approvata all’unanimità dall’Ars il 22 ottobre del 2014, ma da allora ha fatto pochissima strada a Roma.“E’ ora – dicono i deputati Cinquestelle – che la legge metta il turbo. Non possiamo permettere che ci siano altri casi Guarascio, cui stiamo pensando di intestare la legge. Renzi non faccia orecchie da mercante, eventuali prossime vittime le avrebbero sulla coscienza lui e la sua maggioranza”.

Particolari della donazione e lo stato della legge a Roma saranno comunicati nel corso di un incontro con i giornalisti che avverrà venerdì prossimo alle 11 davanti alla casa della famiglia Guarascio in via Brescia 214 a Vittoria, alla presenza dei deputati regionali M5S e dei portavoce nazionali del Movimento, Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista.

 

Visite: 373

Debora Ranzetti

Pubblicato da Debora Ranzetti

Debora Ranzetti, romana, avvocato ma blogger per passione. Non ha partiti ne tessere, amante delle battaglie impossibili, il cui motto è: “non mi piego, ma a spezzarmi non ci penso nemmeno”. Scrive quello che pensa, senza filtri, ma sempre nel rispetto delle regole. Animalista, ambientalista, inquieta e sempre di corsa, ma pronta a fermarsi se qualcuno è in difficoltà.

2 Risposte a “Il M5S acquista la casa del muratore che si diede fuoco…”

  1. C’è poco da dire, persone come voi fanno tornare la fiducia nel genere umano e la voglia di fare qualcosa. Grazie.

I commenti sono chiusi.