Il “Cous Cous”, ma………. quello vero.

cous-cousOggi vi presentiamo il “cous cous”, ma quello vero. Ci siamo permessi di fare questa affermazione perché girano ricette orripilanti, in molti cucinano  il “cous cous” come se fosse un risotto……….. OBROBIO!

L’origine è nordafricana, anzi magrebina, cioè quella parte che va dalla Tunisia all’Algeria e finisce in Marocco. Nella nostra cucina si è diffuso da tempo e la nostra inventiva ha generato ricette variegate tipo: il cous cous di pesce alla trapanese, il cous cous di pollo o, la torta di cous cous al cioccolato.

Che sia buoni al palato non lo discutiamo “de gustibus non est disputandum”, ma quello che mangiate è qualcos’altro, il cous cous vero si fa solo con verdure e carne di montone e sopratutto, con la sua pentola particolare. Quest’ultima affermazione è fatta dallo scrivente, che ha vissuto per diversi anni ad Algeri ed ha imparato a cucinarlo sul posto, da veri magrebini.

Occorrente

pentpla-couscous

 

Iniziamo allora dalla pentola, anzi dalle pentole, come potete vedere dalla foto, sono due e vanno messe una sopra l’altra, la prima è una pentola normale, la seconda è una specie di scolapasta che va inserita sulla prima. L’originale è in alluminio, anticamente era in ceramica.

 

 

 

pentola-couscous-inox

 

 

Paura dell’alluminio?  Oggi in commercio fortunatamente se ne trovano facilmente nel più igienico Acciaio Inox (vedi foto).

 

 

 

 

Ingredienti per il couscous

200 g di semola a grana grossa
per le verdure
200 g di Melanzane
200 g di Carote
200 g di peperoni rossi
200 g di patate
200 g di Zucchine
200 g di Pomodori preferibilmente tipo ciliegino
150 g di Cipollotto fresco
100 g di concentrato di pomodoro
Sale q.b.
Olio extravergine di oliva q.b.
Peperoncino fresco piccante q.b.
per la carne
500 gr. di montone senza osso
se non lo trovate lo potete sostituire con maiale o vitello, ma il gusto ne risentirà.

Preparazione

1) Pulire tutte le verdure e tagliarli a pezzi di grandezza media, metterli nella pentola di base e aggiungere l’acqua per la cottura facendo attenzione a non eccedere, il livello deve essere appena sopra le verdure.

2) Posizionare la seconda pentola sopra (lo scolapasta) e mettere dentro la semola a grana grossa.

3) Accendiamo il fuoco. I vapori di cottura delle verdure salendo, andranno a cuocere la semola, che andrà quindi girata e rigirata. La semola comincerà con il vapore ad ingrossarsi ed ammorbidirsi assorbendo gli odori, prendendo la classica forma del cous cous.

4) Quando si è a meta di cottura delle verdure, aggiungere il concentrato di pomodoro e la carne, ovviamente la carne è stata messa dopo perché i tempi di cottura sono diversi.

5) ora portiamo a termine la cottura, controllando sia il condimento che la semola, che se dovesse risultare già cotta rispetto al resto può essere tolta prima.

Bene ora è tutto pronto, non vi resta che mescolare il cous cous con il condimento e portare in tavola.

Questa è la vera ed unica ricetta “originale” del cous cous, poi ognuno la può personalizzare a suo piacimento, ma per pietà, NON CHIAMATELO COUS COUS.

Precedente Melanzane alla parmigiana, che NON si infornano.Vera ricetta siciliana Successivo Grecia: Tsipras cede ai tedeschi di Fraport 14 aeroporti ed il futuro del suo popolo