Hai perso il tuo smartphone? Ecco come rintracciarlo su Google Maps

TelefoninoAlzi la mano chi non ha mai perso il telefonino. Quanti di noi si sono ritrovati ad imprecare contro la malasorte per avere perso oltre che un bene prezioso, dati e contatti ed allora parte la corsa frenetica alla ricerca disperata per poterlo ritrovare.
Ma non tutto è perduto, esiste una procedura di individuazione che potrebbe tornarti utile con il servizio gratuito offerto da Google a tutti gli utenti Android, che con una semplice ricerca permette di localizzare il proprio telefono da remoto in caso di smarrimento o furto. Il suo funzionamento è molto simile a quello della funzione “Trova il mio iPhone” offerta da Apple agli acquirenti dei suoi (costosi) dispositivi portatili. Permette infatti di localizzare lo smartphone in una posizione corrente di riposo su una mappa online, far suonare un allarme e cancellare i dati presenti nella memoria del device con un semplice click.

Quindi per non farsi trovare impreparati, “Assicurasi di avere l’ultima versione di Google app,” . Tutto quello di cui si ha bisogno è una connessione Internet attiva (sia sul telefono che sul PC dal quale localizzare il dispositivo) e un account Google per accedere al servizio. Per poter ritrovare il cellulare Android si deve innanzitutto attivare la localizzazione remota dello smartphone: un’operazione che richiede pochissimi clic. Recarsi dunque nel menu con l’elenco delle app installate sul dispositivo e pigiare sull’icona Impostazioni Google.
Nella schermata che si apre, selezionare la voce Sicurezza e metterte il segno di spunta accanto alle voci “Localizza questo dispositivo da remoto” e Consentire blocco da remoto e resettare per abilitare la possibilità di trovare il telefono su una mappa online e ordinare la cancellazione di tutti i dati contenuti in esso da remoto (funzione molto utile per tutelare la privacy nel caso in cui il terminale dovesse essere oggetto di furto). Gli utenti devono firmare nel Browser Chrome o sulla Homepage di Google, utilizzando lo stesso account utilizzato sullo smartphone mancante.

Successivo A distanza di trent’anni torna nelle sale Mad Max con il nuovo “Fury Road”