Colpo si scena: Varoufakis si è dimesso per diventare governatore………..


varoufakis_tsipras

Che i Greci stiano giocando una partita con grande intelligenza e lungimiranza, ormai pare sia chiaro. Altrettanto chiaro dovrebbe essere per i burocrati europei capire che ne Tsipras ne Varoufakis, sono quegli sprovveduti avventurieri che tutti i media asserviti tentavano di farci credere.

Le dimissioni da ministro di Varoufakis, sostituito comunque da uno che la pensa esattamente come lui, giustificate con la necessità di portare uno scalpo in dono alla Troika in cambio di un’apertura sulle contrattazioni, hanno un fondo di verità. Eliminare l’elemento meno disponibile al dialogo è un segno di apertura ma, visto dai suoi fans – e Varoufakis ne ha tanti – anche come segno di debolezza.

La Merkel, dopo il KO di domenica, con questa mossa si è presa una mezza rivincita, ma alla luce delle indiscrezioni che circolano, rischiano di essere una vittoria di Pirro per l’intera Ue. Il funambolico e fantasioso economista, infatti, sembrerebbe prepararsi per affrontare la battaglia finale, in fondo con il fisico che si ritrova, lui, emulare “Leonida alle termopoli”, può.

Pare infatti, che il governo Greco, lo stia proponendo nel ruolo di Governatore della Banca centrale di Atene. E da quella poltrona, ben più operativa di quella di Ministro, inizierebbe a stampare moneta a ritmi forsennati e mettere in atto quel piano che aveva in mente fin dall’inizio.

Insomma, gli “esperti economisti e politici” di tutta Europa che li hanno bistrattati e sottovaluti, derisi, identificandoli in una coppia degna di “Gianni e Pinotto”, ora rischiano veramente grosso.

Visite: 209

Redazione

Pubblicato da Redazione

La Redazione di Fatti&Avvenimenti.