Black Sabbath: ristampati i primi otto album in vinile

Black SabbathChe il vinile fosse ritornato in auge si sapeva, ma che lo storico gruppo dei Black Sabbath decidesse di ristampare tutta la loro storiografia, è  notizia che agli amanti del genere farà ribollire il sangue.

La storica band si appresta a ri-consegnare al mercato i suoi primi album in studio sotto forma di vinile; nel corso della prossima estate, infatti, le prime otto fatiche discografiche dei Black Sabbath torneranno nei negozi in formato vinile 180 grammi. La serie di pubblicazioni prenderà il via il prossimo 22 giugno, giorno in cui verrà pubblicata la ristampa in vinile dell’eponimo disco di debutto di Ozzy Osbourne e soci (originariamente consegnato al mercato nel 1970); il 29 giugno sarà invece la volta di “Paranoid” (sempre del 1970), “Master of reality” (1971), “Vol. 4” (1972), “Sabbath bloody Sabbath (1973) e “Sabotage” (1975). Le ristampe di “Techical ecstacy” (originariamente pubblicato nel 1976) e “Never say die” (1978) chiuderanno la serie di pubblicazioni il prossimo 13 luglio.  Pubblicato il 13 febbraio del 1970 in Inghilterra e il 1° giugno del 1970 negli Stati Uniti, “Black Sabbath” ha venduto – ad oggi – oltre 2.300.000 copie in tutto il mondo. All’interno del disco, prodotto da Rodger Bain, sono contenuti brani divenuti dei classici del repertorio della band: tra questi anche “Evil woman”, che fu scelto dai Black Sabbath come singolo promozional

Un velo di mistero invece avvolge il tour d’addio che la storica “metal Band” ha gia pianificato da tempo. Un uscita di scena quindi pirotecnica che farà correre i fans, sia la concerto di chiusura che nei negozi ad accaparrarsi i preziosi vinile.

Precedente Fare sesso spesso allunga la vita e previene le malattie Successivo Generazione '90: i film con cui siamo cresciuti – Parte 1