Arancine siciliane: la ricetta con foto

Le arancine siciliane, sono il vero “capolavoro” della cucina tipica siciliana

Ne esistono con diversi ripieni, quella classica è con ragù di carne e piselli , poi c’è quella con prosciutto e mozzarella e quella con spinaci e mozzarella, ma il limite del ripieno è legato solo alla vostra fantasia.

Ciò che invece è intoccabile, è la preparazione del riso e la lavorazione necessaria per ottenere quella bella palla rossiccia fragrante. Di questa delizia abbiamo visto in giro tantissime ricette, ma nessuna è quella che vi farà ottenere il risultato sperato. Noi vi proponiamo la ricetta della nostra “Zia Pina”, la vera e unica ricetta delle arancine siciliane… fidatevi, provate e poi fateci sapere.

Per il ripieno fate voi, mettete quello che volete, noi raccomandiamo in primis il ragù, fatelo come meglio credete, ma deve essere molto denso. Poi le ormai classiche prosciutto  e mozzarella, spinaci e mozzarella, dando una forma differente per riconoscerle.

La preparazione è un po laboriosa, ma non presenta grandi difficoltà.

 

Ingredienti per circa 33/5 arancine di grandezza media

1 Kg di riso assolutamente originario (gli altri non legano bene e l’arancina si spacca)
500 ml di brodo vegetale o 2 dadi
2 bustine di zafferano
500 gr di farina 00 (per la panatura)
500 gr di pangrattato (per la panatura)
Olio di mais o girasole per la frittura q.b.
Sale q.b.
Pepe q.b.

Ingredienti per il ripieno

Ragù di carne (misto maiale bovino) con piselli  q.b.
spinaci e mozzarella q.b.
prosciutto cotto e mozzarella q.b.

 

PREPARAZIONE

  1. Cuocere il riso con acqua (salata q.b.) e il brodo vegetale, nelle proporzioni di due tazze di acqua e brodo a fronte di una di riso, con queste proporzioni il riso non va scolato: attenzione questa operazione è molto importante, perché se il riso viene cotto con molta acqua e scolato perde l’amido che serve da colla e l’arancina si spacca;
  2. a fine cottura aggiungere le bustine di zafferano e il pepe a vostro gradimento;
  3. attendere che il riso si raffreddi, altrimenti non potrete lavorarlo;
  4. ora preparate una ciotola con acqua e farina 00, l’impasto deve risultare liquido ma non troppo e una ciotola con il pangrattato;
  5. siamo pronti a “creare” le arancine;
  6. prendete un po di riso tanto quanto il palmo della mano (vedi foto) e formate  una piccola coppa, dentro mettete il condimento che avete scelto e ricoprite con dell’altro riso, quindi con le mani amalgamate e fate la palla;
  7. riponete la palla dentro la ciotola con la pastella di acqua e farina e rotolatela per farla coprire integralmente:
  8. tiratela fuori e passatela nella ciotola con il pangrattato e rigiratela per coprirla completamente;
  9. sistemate le arancine in un vassoio o in un piatto e lasciatele riposare in frigo per almeno 30 minuti;
  10. siete pronti per friggere: occorre una pentola dal bordo alto, l’olio deve coprire completamente l’arancina, quindi fate riscaldare l’olio e finalmente potete friggere le arancine;

Prima di servire attendete qualche minuto per dare modo al ripieno di rassodarsi. 

Come al solito… Buon appetito!

Precedente Salute & Benessere. La cura della parodontite aiuta il controllo del diabete Successivo Strasburgo. Sparatoria davanti il mercatino di natale: è caccia al killer 29enne Chèrif

Lascia un commento

*