Altra tegola per Renzi, richiesta di arresto per il senatore Antonio Azzollini (NCD)


azzollini

Altra tegola per il governo Renzi, è stata notificata al Senato la richiesta di arresto per il presidente della commissione bilancio di Palazzo Madama, Antonio Azzollini (NCD). Quindi ancora un colpo proprio sul punto più debole.
Gli atti, gia notificati anche all’interessato, dovrebbero venire trasmessi oggi stesso alla Giunta per le immunità. La richiesta di arresto della Procura di Trani sarebbe relativa all’inchiesta per il crac della casa di cura Divina Provvidenza. La richiesta sarebbe per arresti domiciliari.
Azzollini che presiede la commissione Bilancio di palazzo Madama, quella deputata a dare il parere sulla riforma della Scuola, è coinvolto anche in un’inchiesta sul porto di Molfetta.
La richiesta di arresto si basa su un’ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip del Tribunale di Trani su richiesta della locale Procura della Repubblica. Le indagini riguardano un crac da 500 milioni di euro circa subito dalla Congregazione Ancelle Divina Provvidenza, con sedi a Bisceglie (Bat), Foggia e Potenza, oggi in amministrazione straordinaria ai sensi della legge Prodi bis.
Tra inchieste e defezioni, pare proprio che la spavalderia e la sufficienza che Renzi ha avuto fino ad oggi con le opposizioni, sopratutto quella interna allo stesso Pd, deve cambiare registro, i numeri sono numeri e le chiacchiere restano….. chiacchiere.

Visite: 179

Redazione

Pubblicato da Redazione

La Redazione di Fatti&Avvenimenti.