Addio alla Guardia Forestale

L’Italia ha iniziato l’anno perdendosi la Guardia Forestale. Sul sito del Corpo Forestale dello Stato c’è l’annuncio: “Dall’1/1/2017 il Corpo è stato assorbito dall’Arma dei Carabinieri”.

guardia-forestale

Una piccola parte integrerà anche i Vigili del Fuoco, la Polizia e la Guardia di Finanza. Perché far ammainare definitivamente la bandiera di questo corpo specializzato, nato nel 1822, che per quasi due secoli ha tutelato il nostro ambiente naturale lo sanno coloro che hanno votato il decreto del settembre 2016.

Hanno protetto le zone boschive, la fauna, le zone dedicate all’agroalimentare. Si sono occupati dell’ambiente, di quell’ecologia che sta tanto a cuore non solo agli italiani e che sempre di più è parte integrante del nostro quotidiano.

Si sono occupati delle discariche abusive ma anche dell’abusivismo edilizio. Questi due ultimi soggetti possono essere annoverati fra gli “sport nazionali” del nostro paese che annaspa. Ci hanno protetti dalle valanghe… Insomma la lista è talmente lunga che è meglio sintetizzarla in “Hanno protetto la popolazione, il territorio naturale e la sua fauna”. Un corpo completo.

Chi si occuperà non solo dei bracconieri nascosti in foresta ma anche di salvare pesci e serpenti importati di frodo? E la sorveglianza a cavallo tanto preziosa perché avremo anche i GPS ed i droni ma dove vanno i cavalli non va nessuno! E gli alpinisti che si perdono? La ricerca di persone in zone boschive con le unità cinofile?

Si suppone che qualcosa sia stato previsto ma come visto che stiamo parlando di un Corpo formato da 8.500 unità?

L’addio alla Guardia Forestale mi mette tristezza forse perché mi rassicurava… Onore a questo Corpo che non festeggerà il suo bicentenario per soli cinque anni!

Precedente M5S: ecco perché il “codice etico”, va assolutamente approvato e con urgenza Successivo Ticino. 4 giornalisti indagati dopo articolo su malasanità: la libertà di stampa che non c'è